Il mestiere di scrivere. Laboratorio di scrittura creativa per le scuole

PROGETTO PER LA SCUOLA SECONDARIA DI I GRADO

 

IL MESTIERE DI SCRIVERE

LABORATORIO DI SCRITTURA CREATIVA

Referente: Giovanni Prattichizzo

 

Le storie sono strumenti per vivere.

Kenneth Burke

PREMESSA

Se è vero che nessuno è in grado di insegnare a qualcuno come scrivere una storia di successo, una bella poesia, un’ottima sceneggiatura per la televisione o il cinema, è altrettanto vero che la scrittura è anche una questione di metodo, esercizio, costanza, apprendimento degli errori possibili in modo da evitarli; che la scrittura è un’attività da praticare con costanza e migliorare continuamente.

La scrittura è un atto che impegna il corpo, la manualità: ed è il passaggio dal pensiero, immateriale, alla mano che lascerà la traccia a fare la differenza. Si scrive perché c’è bisogno di farlo, per noi stessi, ma si scrive anche pensando a qualcun altro che leggerà quello che abbiamo scritto. La scrittura è una forma di comunicazione, non di solitudine: si scrive per raccontare qualcosa a qualcuno. Si scrive per gli altri, dunque. Ed è questa la molla che spinge a farlo. Cominciare da questo punto è fondamentale, perché scrivere per gli altri vuol dire innanzitutto farsi capire, e farsi delle domande: sulle storie che si vogliono raccontare, sul come raccontarle e soprattutto sul perché farlo. Scrivere è trasformare ciò che si sa.

Molti sentono l’esigenza di scrivere storie, ma hanno difficoltà a trovare le parole per farlo o ad affrontare il foglio bianco. Con questo corso li si vuole aiutare a dare forma alle loro storie. Durante gli incontri, rivolti agli studenti della scuola secondaria di I grado, si ascolta, si scrive, si leggono i propri testi, si discute, si corregge, si riscrive.

 

IL LABORATORIO

Muovendo dal pensiero di Roland Barhtes “non può esistere popolo senza racconti”, il laboratorio Il Mestiere di scrivere propone un percorso attraverso le tecniche della scrittura narrativa, affrontando tematiche quali la creatività, l’invenzione, l’incipit, l’idea, il punto di vista, la focalizzazione, la costruzione del personaggio e dei linguaggi (dialoghi e monologhi), l’ambientazione, i paesaggi, il finale della storia.

Il laboratorio di scrittura creativa intende evidenziare l’importanza dell’utilizzo di metodi e strategie per la redazione di testi narrativi attraverso lo sviluppo espressivo delle idee. Ogni lezione teorica sarà accompagnata da esercitazioni pratiche in cui i partecipanti saranno sollecitati a mettere in pratica i concetti appresi. Con l’obiettivo non solo di stimolare la padronanza del linguaggio e l’abilità di creare storie e intrecci, ma anche di alimentare la passione e il desiderio per la lettura.

La proposta scaturisce dall’esigenza di rendere ogni studente consapevole della propria scrittura migliorandola in termini di accuratezza, chiarezza e profondità dell’espressione; di sviluppare la propria capacità di visione della realtà e di invenzione di una storia; di accrescere la propria capacità di mettersi in gioco, ascoltare, confrontarsi con gli altri, sviluppando una sensibilità nei confronti di un testo letterario e  di educarli ai linguaggi mediali e fornire loro le competenze per riconoscerli in modo critico.

Il primo obiettivo formativo è quello di avviare lo studente alla scrittura di passi narrativi, saperne riconoscere la coerenza stilistica e drammaturgica, ottenerne la massima correttezza ortografica, grammaticale e sintattica. Il secondo obiettivo è focalizzare l’attenzione su specifici generi di scrittura, riconoscerne i meccanismi retorici, l’officina creativa e le finalità sociali e di costruzione identitaria rendendo gli studenti consapevoli della centralità delle storie (e il saperle costruire) del nostro tempo.

Infine, gli studenti saranno divisi in gruppi e daranno vita ad un soggetto per una web series (fiction per il web) che eventualmente potranno anche realizzare con l’aiuto di esperti esterni. Si immagina la scrittura creativa come forma di gioco, drammatizzazione e spettacolo in un’esperienza corale, oltre che individuale.

 

CARATTERISTICHE

 

Le attività didattiche e laboratoriali forniranno agli studenti gli strumenti per sviluppare le abilità proprie della scrittura creativa/narrativa per i media permettendo loro di conoscere, capire e avvicinarsi, con

specifiche competenze, al mondo della narrativa e alle teorie della narratività. Oltre a svelare l’officina del racconto, esse analizzeranno ulteriori livelli di costruzione del discorso: in particolare quelli legati all’identità e all’immaginario.

 

CRITERI  METODOLOGICI

 

La metodologia sarà di tipo interattivo. L’azione propositiva degli  alunni verrà costantemente sviluppata e stimolata attraverso la  tecnica del brainstorming. Il percorso vedrà inizialmente un impegno individuale ed in un secondo momento la suddivisione in  gruppi collaborativi, nell’ambito dei quali saranno messe in risalto le condizioni del “lavorare insieme” ovvero:

• la capacità di gestire autonomamente la propria attività all’intero del gruppo;

• la capacità di trovare risposte e soluzioni adeguate a problemi specifici (problem solving);

• la capacità di ascolto;

• la capacità di interagire e concordare con gli altri le diverse decisioni.

 

OBIETTIVI FORMATIVI

 

  • mobilitare e sviluppare le conoscenze linguistiche, sociolinguistiche e discorsive;
  •  stimolare immaginazione e creatività verbale in ambito di gruppo di lavoro;
  • raccogliere idee per la scrittura attraverso l’invenzione;
  •  scrivere: approfondire metodi e tecniche di scrittura;
  • creare uno spazio protetto e cooperativo per l’espressione e il confronto.

 

MODALITÀ ORGANIZZATIVE

 

Lezioni frontali, esercitazioni pratiche, lettura incrociata; scrittura e riscrittura di testi classici e contemporanei; letture ad alta voce e scrittura collaborativa. Saranno previsti anche incontri con professionisti della scrittura e della comunicazione.

 

PERCORSO DIDATTICO

 

Il metodo del corso è basato sulla forma del “Laboratorio”, che è sempre indirizzato alla realizzazione pratica di un testo (o di un prodotto multimediale). Il laboratorio è un workshop che unisce il lavoro individuale dell’allievo alla correzione e al riscontro in aula, tutto finalizzato ad un prodotto concreto. Non è un “corso” né un “seminario”. In questo modo i partecipanti sono considerati degli scrittori potenziali in grado di raccogliere le idee per la scrittura attraverso l’invenzione e la creatività.

Il percorso didattico si struttura in due due moduli di seguito illustrati:

Modulo 1 Approccio alla scrittura:

  • scrittura creativa: concetti e teorie;
  • lo strutturalismo e la narratologia;
  • la trama: il viaggio dell’eroe e la morfologia di Propp;
  • lo storytelling contemporaneo;
  • storytelling e media digitali.

Modulo 2 Scrivere:

  • gli elementi della storia;
  • i principi del disegno della storia;
  • alla ricerca delle idee: sindrome del foglio bianco;
  • progettare una storia: personaggi, trama, descrizione, dialogo;
  • questione di stile: la padronanza degli stili narrativi come strumento di espressione;
  • l’importanza dell’incipit;
  • rilettura: correzione individuale e collettiva di un testo;
  • temporalità degli eventi: gestione della sequenzialità in funzione dell’intreccio;
  • esercizi e testi dimostrativi.

Proposta finale di scrittura:

– divisione dei ragazzi in gruppi per scrivere un soggetto per una web series (fiction per il web).

 

INCONTRI

Il laboratorio prevede 20 incontri una volta a settimana, ciascuno della durata di tre ore, per un totale di 60 ore.


DESTINATARI

 Studenti delle classi della scuola secondaria di primo grado.

 

COSTI

Il costo del laboratorio è di 2100 euro (iva inclusa). Ogni ora ha il costo di 35 euro[1].

Nel costo sono compresi:

  • Progettazione e organizzazione;
  • Il pagamento e le spese di trasporto del docente;
  • Il materiale didattico.

 

REFERENTE

 

Giovanni Prattichizzo è dottore di ricerca in Scienze della Comunicazione e delle Relazioni Pubbliche presso il Dipartimento di Comunicazione e Ricerca Sociale, Sapienza Università di Roma. Dal 2004 si occupa, per la facoltà di Scienze della Comunicazione, del coordinamento didattico dei laboratori di scrittura creativa per i media e delle docenze in Sociologia dei processi culturali e comunicativi (Sociologia della comunicazione). In particolare, in questi anni, ha tenuto docenze di laboratorio di scrittura (creativa, autobiografica, professionale) e di Sociologia dei processi culturali e comunicativi per il Master in Programmazione e Produzione Televisiva (RAI), l’Accademia di Costume e Moda, l’Enaip Lazio, la Ieros Management, Italia Lavoro, Regione Lazio, il corso di laurea in Disegno Industriale (Sapienza Università di Roma), il corso in Scienze della comunicazione (Roma Tre).

Inoltre, ha acquisito competenze di analisi nei settori della scrittura per i media (narrativa, giornalistica, web), dell’autorialità e delle narrazioni sociologiche e mediali con riferimento alle nuove culture convergenti (social network, testi multimediali, ecc). In questi anni ha maturato una forte abilità nell’utilizzo dei pacchetti statistici (SPSS) e nella lettura e analisi dei dati statistici (Istat, Censis, Eurisko, Auditel, Audiweb, ecc). Tra le pubblicazioni: Narrami o fiction. Racconti mediali tra memoria e identità (Zona per l’Università, Arezzo, 2010), Soli, a due o separatamente insieme? Come cambia la vita personale nell’età della saggezza (con R. Caccamo, Edizioni Kappa, Roma, 2012) e Realtà e Finzioni dell’Università. Narrazioni, immaginario e vita quotidiana degli studenti (Aracne, Roma, 2013).

 

 

CONTATTI

Giovanni Prattichizzo

Via Monte Soprano 21

00139 Roma

Cellulare: 3474585186

e mail: giovanni.prattichizzo@uniroma1.it ; prattichizzogiovanni@gmail.com

sito web: www.lucediabbracci.it

 

 

 

 


 

 

 

 

 



[1] “Prestazione svolta in regime fiscale di vantaggio ex art.1, commi 96-117, legge 244/2007 come modificata da art.27, Dl 98/2011 e pertanto non soggetta a Iva né a ritenuta d’acconto ai sensi del provvedimento del direttore delle Entrate n. 185820.”

Lascia un commento